Un uomo del monte Amiata che ha acceso il fuoco del seccatoio

La raccolta delle castagne in un fotoracconto

Dalla raccolta all’essiccazione. Ecco una giornata sul monte Amiata da castanicoltore in un fotoracconto di Thatsamiata Sul monte Amiata la raccolta delle castagne è nel pieno delle attività. Qui, ai piedi dell’antico vulcano la castanicoltura rappresenta una pratica cui gli abitanti sono molto legati, poiché strettamente correlate a questo frutto di montagna, per vari secoli,…

una pagina del volume Le Montagne Incantate

Il National Geographic chiama, Thatsamiata risponde

Ci sono anche le foto del nostro archivio sull’ultima uscita “Le montagne incantate”, collana del National Geographic Il National Geographic e il Club Alpino Italiano, in collaborazione con l’Altro Versante, hanno ideato e realizzato una collana dal titolo “Le montagne incantate“: la prima opera dedicata alle zone montane d’Italia seguendo il sentiero Italia Cai.   Nel…

Una nonna e una nipote a fare insieme la salsa di pomodo

Tutti intorno al tavolo di cucina a fare la salsa di pomodoro. Una tradizione che sull’antico vulcano non passerà di moda

Ci mettevamo intorno a un grande tavolo, spesso era quello della nonna,  e ognuno aveva il suo compito. Per tutti c’era qualcosa da fare e che io ricordi è stato il lavoro più piacevole che ho fatto fino ad oggi. Oggi ci lasciamo andare a un breve capitolo amarcord, quando cioè arrivava l’agosto di qualche…

Una fetta di pane con un filo d'olio

A tavola: le cinque inconfondibili caratteristiche per riconoscere l’olio del Monte Amiata

Unico per colore, gusto e profumi. L’olio ricavato dalla Monocultivar di Olivastra Seggianese ha delle caratteristiche inconfondibili che lo rendono riconoscibile, anche a tavola.  Scivola cromaticamente dal classico colore verde a un inconfondibile giallo oro, i suoi profumi sono intensi, molto fruttati e a differenza di altri oli toscani in bocca evidenzia una base dolce. Stiamo…

Seggiano curiosa: ma quanto è robusto il Cisternone che fino a 100 anni fa raccoglieva le acque piovane?

Per chi giunge sull’Amiata la visita al Cisternone è una tappa obbligata per vedere l’olivo aeroponico In superficie si vede l’olivo alimentato straordinariamente attraverso la tecnica aeropinica, al di sotto, apparentemente nascosta agli occhi dei visitatori, si trova una cisterna dove le radici del “famoso” olivo trovano nutrimento. A Seggiano vi è una pianta che affonda le…

Novembre è il mese dell’olio “novo”. Ecco quali frantoi visitare sull’Amiata

L’ olio “novo” è pronto per essere degustato e i frantoi aprono le porte ai visitatori. Scoprite l’esperienza di acquistare l’olio direttamente dal produttore Un’annata positiva, quella del 2018 per il pregiato olio extravergine d’oliva ottenuto dalle diverse qualità di olive che nascono e crescono alle pendici del Monte Amiata. Dalla Conca d’Oro che unisce…

A Seggiano c’è una Madonna che sfuggì alla censura del Concilio di Trento. Ecco dov’è

II seno nudo della Madonna del Latte è sfuggito alla censura ecclesiastica e oggi è possibile ammirarla nell’oratorio di San Rocco La Fondazione Le Radici di Seggiano ha lanciato un curioso progetto che si chiama “Seggiano Curiosa” . Attraverso questa rubrica editoriale alcuni aspetti poco conosciuti di Seggiano tornano a galla:  “L’intenzione – spiegano dalla Fondazione…

Maghi dalla barba lunga e draghi che vivono nei boschi: ecco l’Amiata fantastica

Foto di Francesco Martini  Storie di animali fantastici e leggendarie battaglie, atmosfere che avvolgono di surreale bellezza la nostra montagna. 180mila anni fa l’Amiata era un vulcano e da quel momento non ha mai smesso di essere un luogo ricco di suggestioni ed incondizionata bellezza. La sua natura – castigatrice quando sputava lava bollente e placida quando la…

“La stagione del Biancospino”: quando l’Amiata ispira gli scrittori

Il “noir” più letto su Amazon è ambientato sull’Amiata il nostro vulcano spento che si innalza imponente sulle dolci colline senesi e che dall’alto dei suoi quasi 1800 metri osserva paziente i vigneti di Montecucco, Morellino e Brunello è un luogo che invita alla meditazione e al relax, un ambiente in grado di rapire le sensazioni più…

Sentirsi un minatore. Il Parco Museo Minerario non è un semplice museo

Vedi, tocca, senti. Il racconto di una giornata al Parco Museo Minerario di Abbadia San Salvatore Puoi vedere, puoi toccare, puoi sentire. Visitare il Parco Museo Minerario di Abbadia San Salvatore è un’esperienza in grado di catturare cuore, intelletto e anima perché è qui che si riscoprono gli antichi racconti dei minatori, i loro sogni…

San Michele un angelo guerriero. A Santa Fiora la festa dedica al santo è stata un successo

Nel comune amiatino la festa dedicata al santo ha riscosso un notevole successo Il Pallone aerostatico è stato acceso anche quest’anno a Santa Fiora. Si è chiusa in bellezza la festa di San Michele, la sera del 29 settembre, con il tradizionale rito dell’accensione della carboniera e la partenza della mongolfiera tra l’attesa degli adulti…

1617 in Italia, 26 in Toscana e solo 2 sull’Amiata. Ecco le “nostre osterie” Slow Food

“L’Aiuole” di Arcidosso e “II Grottaione” di Montenero d’Orcia hanno conquistato la prestigiosa “chiocciolina”     Sinonimo di qualità, di ricercatezza nell’utilizzo delle materie prime e di sostegno al territorio. Il marchio Slow Food per i ristoranti è un importante riconoscimento e per i clienti è un sigillo di garanzia, così la famosa chiocciolina di…

Il Nicche, il Pialluzzo, la Lola: a Montelaterone ritrovato un vecchio documento che contiene oltre 250 soprannomi

Rispolverato un documento degli anni 50 che contiene tanti soprannomi dei cittadini di Montelaterone. Chi conoscete? Lo si dà per via di una caratteristica fisica, caratteriale, comportamentale, lo si dà e spesso lo si porta fino alla “morte”, tanto da sostituire nella vita quotidiana anche il nome. I soprannomi sono il terzo nome non scritto all’anagrafe…